SIORR


Educazione ambientale

Educazione ambientale

Negli ultimi anni l'accezione di Educazione Ambientale si è evoluta, in funzione degli scenari globali e locali a livello ambientale, economico, sociale, culturale nonché delle nuove prospettive professionali, dello sviluppo delle tecnologie informatiche, di una maggiore e più diffusa consapevolezza in merito alle responsabilità collettive e personali circa la qualità dell'ambiente, della riconosciuta necessità ed opportunità di coinvolgere i cittadini nelle politiche di governo del territorio. Attualmente, l'Educazione Ambientale coinvolge tutti gli attori sociali, chiamati a diversi livelli e con competenze differenziate, a definire obiettivi, strategie, azioni per attività integrate di Informazione, Formazione ed Educazione Ambientale in grado di riflettersi sulla qualità ambientale della nostra società.
Negli ultimi dieci anni, in Italia, l'Educazione Ambientale ha assunto un particolare rilievo ed uno spazio crescente, non solo per i contenuti di elevato profilo che una pluralità di soggetti ha prodotto, ma anche per la sua collocazione all'interno di un disegno istituzionale che vede coinvolti a pieno titolo lo Stato e le Regioni.
L'evoluzione dell'Educazione Ambientale trova giusta concretizzazione nell'Accordo tra Governo, Regioni e Province Autonome di Trento e Bolzano concernente "Linee di indirizzo per una nuova programmazione concertata tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano  in materia di Informazione, Formazione ed Educazione Ambientale (IN.F.E.A) - Verso un Sistema Nazionale IN.F.E.A  come integrazione dei Sistemi a scala Regionale", sancito nella seduta della Conferenza Stato - Regioni del 23 Novembre 2000 (repertorio atti n. 1078), così come modificato nelle sedute successive.
In attuazione dell'Accordo, con apposita delibera della Conferenza (repertorio atti n. 1081 del 23/11/00) è stato anche istituito il Tavolo Tecnico Permanente Stato - Regioni.

Le Regioni attribuiscono all'azione di costruzione del Sistema Nazionale dell'Informazione, Formazione ed Educazione Ambientale (INFEA) un significato innovativo e di notevole importanza per il ruolo di innegabile rilievo che le linee strategiche di pensiero ed azione occupano nelle politiche di gestione del territorio e delle sue risorse. Va altresì rilevato che il processo di realizzazione dello stesso Sistema Nazionale presenta elevati gradi di complessità e che il suo perseguimento in forme organiche ed equilibrate sull'intero territorio non può prescindere da una programmazione che veda nella concertazione e nel confronto costante fra Stato e Regioni il fulcro principale. Lo Stato e le Regioni hanno peraltro già da tempo sviluppato forme di collaborazione su questo versante.

Il compito della Pubblica Amministrazione di sviluppare l'azione educativa, informativa, di sensibilizzazione, di formazione e di sostegno al processo di crescita culturale, su cui inevitabilmente si fonda un rapporto equilibrato con l'ambiente può trovare nei Sistemi a Rete di cui le Regioni si stanno dotando un supporto versatile e dinamico, già sperimentato in diverse situazioni, anche se sussistono ampi margini di miglioramento che sono peraltro in funzione dell'investimento che si vorrà fare in questa direzione in termini di risorse umane, organizzative e finanziarie.

Chi siamo | Privacy | Contatti | ©2007SIORR
Versione grafica | Versione ad alto contrasto

Valid XHTML 1.0 TransitionalValid CSS 2.0